Lavanderie a gettone Dry-Tech

Aprire una lavanderia automatica è facile!

Apri la tua lavanderia self-service con il servizio chiavi in mano di Dry-Tech come attività, rendita aggiuntiva, o impiego di un immobile sfitto.

Perché aprire una lavanderia a gettoni

Forse ne hai sentito parlare sui giornali, forse da qualche amico, o forse tu per primo ne sei cliente: ma quel che è certo, se sei qui, è che ti stai informando sull’apertura di una lavanderia self-service, e ti stai domandando se sia un’idea vantaggiosa e di successo. Bene: sei nel posto giusto! Dry-Tech allestisce lavanderie automatiche da anni in tutta Italia, e possiamo dirti che, se ben pianificata ed eseguita, l’apertura di una lavanderia a gettone può dimostrarsi un eccellente investimento. I costi sono contenuti rispetto ad altre attività, l’impegno di tempo è nullo, e i rendimenti possono davvero farsi interessanti.

Ma scopriremo tutto questo man mano. Nel frattempo, iniziamo dalla domanda fondamentale:

PERCHE’ DOVRESTI APRIRE UNA LAVANDERIA SELF SERVICE?

La lavanderia automatica come attività

La prima ragione per cui puoi decidere di aprire una lavanderia automatica è come investimento dei tuoi risparmi. Oggi è molto difficile aprire con buon successo un’attività di tipo tradizionale, come un negozio, un bar, o un esercizio simile: i costi vivi sono molto alti, è difficile trovare clientela, la concorrenza è fortissima, e i costi per il personale erodono ulteriormente dei margini sempre più ridotti.  Ma fra le attività di microimprenditoria, la lavanderia self-service è quella che ti mette al riparo da più problemi e rischi, e ti permette invece di affrontare l’investimento con più serenità! Proviamo infatti ad analizzare, uno per uno, i problemi che abbiamo elencato per le altre tipologie di attività:

 – I costi vivi: In una lavanderia automatica, a parte l’investimento iniziale, gli unici costi vivi sono l’affitto, la manutenzione delle macchine e le bollette energetiche. Il primo si può ridurre con una scelta oculata della location, il secondo stipulando un buon contratto di assistenza come quello offerto da Dry-Tech, e per il terzo – l’unico davvero problematico – si possono prendere accorgimenti scegliendo gli impianti più giusti e performanti.

 – La clientela: La clientela delle lavanderie a gettone, caso praticamente unico, è in crescita in Italia. Sono sempre di più le persone che vivono sole, o che non hanno tempo da dedicare a lavori domestici come il bucato, e che occasionalmente o anche per tutti i lavaggi possono apprezzare la convenienza di non acquistare una lavatrice domestica e invece usarne una a gettone

 – La concorrenza: Il mercato delle lavanderie self-service, pur essendo in crescita, non è ancora assolutamente saturo, e sono moltissime le aree non ancora coperte da questo tipo di servizio, e dove è possibile, agendo tempestivamente, introdursi in maniera redditizia.

 – Il personale: per sua natura, essendo completamente self-service, una lavanderia a gettone non ha alcun costo di personale. Un risparmio netto!

 – I margini: se si sono ben calcolati i costi vivi, i margini di una lavanderia a gettone sono facilmente prevedibili, e stabili: le fluttuazioni sono minime, ed è facile inserire nuovi centri di guadagno (ad esempio con distributori automatici di detersivi).

Vedete anche voi la convenienza di aprire un’attività di lavanderia self-service? Contatta Dry-Tech per discutere del nostro servizio “chiavi in mano”!

APRI LA TUA ATTIVITA’

La lavanderia self-service  per costruirsi una rendita

Un’altra ottima ragione per aprire una lavanderia a gettone è quella di costruirsi una rendita da affiancare al normale stipendio mensile derivante dalla propria quotidiana attività lavorativa. A differenza infatti di quanto accadeva fino ad una ventina d’anni fa, quando gli strumenti di investimento disponibili per far fruttare anche un piccolo capitale non mancavano, ed era possibile identificare un modo per ottenere una rendita costante e significativa anche per chi non poteva mettere in campo cifre astronomiche, oggi lo scenario degli investimenti  è molto cambiato, ed è irto di pericoli e difficoltà che molti di noi non possono permettersi. Analizziamo infatti i tre principali canali d’investimento tradizionali per i piccoli capitali da risparmio nel nostro Paese:

 – I Titoli di Stato: un tempo, investire in BOT o in CCT era un modo ragionevole di impegnare, a medio-lungo termine, una piccola somma dei propri risparmi. Le cedole erano abbastanza allettanti, la sicurezza d’incasso assoluta, ed era possibile far crescere il proprio capitale in maniera lenta ma costante, reinvestendolo periodicamente. Ma oggi i rendimenti dei Titoli di Stato sono ormai arrivati a livelli talmente minimi da non giustificarne più l’acquisto nemmeno a chi è più avverso al rischio finanziario, il che cancella ogni convenienza in questo tipo d’investimento.

 – Il mercato Finanziario: un piccolo investimento in Borsa, su titoli sicuri, oppure se si disponeva di un capitale maggiore un investimento differenziato fra titoli ad alto e basso rischio -e con differenti rendimenti – era fino a qualche anno fa un modo legittimo, e intelligente, di investire il proprio capitale per trarne una rendita nel tempo. Con oculatezza, un po’ di tolleranza per il rischio, e un buon tempismo, era possibile così far fruttare i propri risparmi. Oggi, tuttavia, i soli investimenti che promettono rendimenti potenziali allettanti sono a livello di rischio talmente alto da non convenire più al piccolo risparmiatore.

 – L’edilizia: il mattone è a lungo stato uno dei più sfruttati canali d’investimento in Italia. I rendimenti erano buoni, sicuri, e il capitale si poteva costruire in maniera solida. Ma oggi, con la crisi, la richiesta di alloggi è drammaticamente calata, è molto più difficile ottenere un rendimento che giustifichi le considerevoli spese iniziali, e anche questo metodo per costruirsi una rendita è molto meno allettante di un tempo.

Il solo canale che rimane, oggi, per costruirsi una rendita è la microimprenditoria: e aprire una lavanderia automatica con il servizio chiavi in mano di Dry-Tech è un esempio di come si possa investire un capitale e vederne entrare ogni mese la rendita senza dover impegnare altro tempo, lavoro, o fatica. Esattamente come la cedola di un vecchio Titolo di Stato, il reddito mensile della tua lavanderia self-service  può andare a affiancarsi al tuo stipendio mensile per integrarlo.

Capisci come può essere semplice costruirti una rendita mensile aprendo una lavanderia a gettone? Contatta Dry-Tech per discutere del nostro servizio “chiavi in mano”!

COSTRUISCI LA TUA RENDITA

La lavanderia a gettone come impiego di un immobile sfitto

C’è anche un terzo, validissimo motivo per decidere di aprire una lavanderia self-service, ed è quello legato al trovare un modo di far fruttare un negozio sfitto. La crisi che ha investito tutti i settori economici del Paese non ha infatti risparmiato quello degli affitti: molte attività commerciali non sono riuscite a rimanere al passo con le spese, e hanno dovuto chiudere e lasciare l’immobile, e i costi d’avviamento si sono rivelati spesso troppo alti per nuovi affittuari. Il risultato finale? Molto semplice: i proprietari si sono trovati con uno o più negozi sfitti, vuoti, che hanno iniziato a rappresentare solamente un costo e non più un centro di guadagno.

Aprire una lavanderia a gettone in questi negozi sfitti, invece, può dimostrarsi molto facilmente il vero e proprio uovo di colombo. Per molte attività di questo tipo, infatti, l’affitto è una delle poche spese che gravano sul bilancio: per te, che stai impiegando un tuo fondo che resterebbe altrimenti inutilizzato, questo problema svanisce immediatamente, innalzando automaticamente i tuoi margini di profitto. E anche nella fase preliminare risparmierai molto tempo, perché non dovrai dedicarti alla ricerca del locale giusto, trattare per il contratto d’affitto, né porti alcun altro problema relativo alla sede della tua nuova lavanderia self-service.

E una volta avviata l’attività, quello stesso immobile sfitto che per te era una perdita secca inizierà molto rapidamente a coprire i propri costi, e poi a generare un guadagno. E tutto questo senza bisogno di trovare affittuari, discutere sul canone, e gestire ritardi, mancati pagamenti, contratti, e tutte le complicazioni che possono derivare da un contratto di locazione. Con una lavanderia a gettone guadagnerai grazie al tuo negozio, senza dovervi investire tempo o fatica!

FAI FRUTTARE IL TUO NEGOZIO SFITTO

Dove aprire la tua lavanderia self-service

Se hai deciso di aprire una lavanderia a gettoni, una delle prime domande che devi porti è dove posizionarla per avere i migliori risultati. Scegliere la location sbagliata può sembrare un problema di scarsa importanza, ma è spesso l’errore che costa di più, in termini di mancati guadagni, e può perfino compromettere il successo dell’intera impresa. A cosa devi fare attenzione, quindi, nello scegliere la posizione per la tua lavanderia automatica?

 – Il passaggio di persone: Più è alto il numero di persone che scoprono da sole la tua lavanderia a gettone, meno dovrai spendere per pubblicizzarla e promuoverla, e più facilmente troverai nuova clientela. È molto importante che tu apra la tua attività in una zona di grande passaggio, perché ti porterà clienti più velocemente e faciliterà il passaparola.

 – La comodità: Per molte persone, utilizzare i servizi di una lavanderia self-service è una novità, e per farla accettare più rapidamente è meglio rendere la cosa più semplice e comoda possibile. Scegli una posizione facilmente raggiungibile anche in automobile, e assicurati soprattutto che il parcheggio sia comodo, vicino, e ampio: nessuno vuole fare chilometri con la borsa del bucato sporco in mano.

 – I negozi presenti nel quartiere: per quanto tu possa rendere accogliente il piccolo spazio della tua lavanderia automatica, molte persone troveranno uno spreco di tempo quello di rimanere sedute ad aspettare che finiscano prima il lavaggio, e poi l’asciugatura. Cerca di scegliere un quartiere dove siano presenti altri negozi o luoghi dove le persone possono avere altre commissioni da svolgere: in questo modo sarà più facile che inseriscano la visita alla tua lavanderia nella propria routine, sapendo che possono utilizzare il tempo del lavaggio per fare altre cose in zona.

 – La concorrenza: Le lavanderie a gettone non sono ancora arrivate a saturare il mercato, ma questa non è una buona ragione per aggiungere la concorrenza ai problemi che può avere una piccola attività appena aperta. Controlla che nel quartiere non siano già presenti attività simili alla tua: ti complicherebbe molto l’avvio dell’impresa.

 – La popolazione: Non tutte le fasce di popolazione sono ugualmente pronte a diventare clienti della tua lavanderia self-service. Cerca una zona di reddito medio, con una forte percentuale di single, e idealmente molto densa, come un quartiere di condomini: le tue chance saranno molto migliori. Se ne hai la possibilità, poi, installa la tua lavanderia in un quartiere di studenti fuori sede, che rappresenteranno quasi interamente una clientela perfetta.

TROVA LA LOCATION PER LA TUA LAVANDERIA

Il consiglio più importante  per aprire una lavanderia automatica

Vuoi un vero consiglio da esperti per aprire la tua lavanderia a gettoni? Te lo regaliamo volentieri, eccolo qui:

Più è grande la tua lavanderia self-service, più macchine lavatrici ed essiccatoi contiene, e meglio renderà.

Quattro macchine rendono più del doppio di due, otto più del doppio di quattro: la progressione è molto favorevole. Ma se sei pronto ad un investimento di questo tipo, diventa fondamentale tenere conto del maggior costo che una lavanderia self-service deve sostenere, ossia i consumi energetici.

Se ti basi su tradizionali impianti elettrici, non potrai mai equipaggiare la tua lavanderia automatica con sette, otto, o nove lavatrici, e altrettanti essiccatoi: il consumo energetico sarebbe tanto grande da richiederti di stipulare un contratto di fornitura di corrente industriale, con costi e complicazioni enormi e impossibili da assorbire in tempo utile per un’attività appena avviata. Se vuoi davvero investire in grande in questo campo, quello che ti serve sono dei moderni impianti a vapore, che con una sola caldaia, e un consumo energetico molto più contenuto, alimentano anche grosse batterie di macchine lavatrici ed asciugatrici. Il costo iniziale sarà più alto, ma ti posizionerai subito in una classe superiore di attività. Dry-Tech ha lanciato sul mercato gli impianti a vapore per le lavanderie automatiche, e può mettere a tua disposizione la sua esperienza sul campo.

SCOPRI I NUOVI IMPIANTI AD ALTO RENDIMENTO PER LA TUA LAVANDERIA AUTOMATICA

Come aprire la tua lavanderia a gettone senza difficoltà

Tutte le considerazioni che abbiamo fatto finora sono frutto della nostra esperienza: Dry-Tech ha allestito centinaia di lavanderie self-service nel corso degli anni, e abbiamo visto un numero sufficiente di casi diversi da poterne trarre i consigli e le conclusioni che ti abbiamo esposto finora. Ma se vuoi aprire la tua lavanderia a gettone, e vuoi farlo nel modo migliore, il lavoro iniziale di ricerca, d’impegno, di avviamento sarà comunque considerevole, e questo è un punto d’arresto per molti.

A meno che tu non decida, come tanti prima di te, di affidarti al servizio di allestimento lavanderie self-service chiavi in mano di Dry-Tech.

SE TI AFFIDI A DRY-TECH PER APRIRE LA TUA LAVANDERIA:

  • Valuteremo per te la zona migliore per installare la tua nuova attività;
  • Analizzeremo nel dettaglio l’immobile che ospiterà la lavanderia, assicurandoci che sia adatto e preventivando anche gli eventuali costi di ristrutturazione;
  • Valuteremo il numero e la tipologia dei macchinari necessari: lavatrici, essiccatoi, distributori di detersivo;
  • Studieremo l’impianto migliore per alimentare le macchine, elettrico oppure a vapore per migliori rendimenti;
  • Progetteremo gli spazi e gli arredi, nel rispetto delle norme di legge e con l’esperienza di chi ha creato tanti ambienti di successo;
  • E una volta preparato tutto questo, e con la tua approvazione, ci occuperemo direttamente di tutto, affidando i lavori a nostri artigiani di fiducia, fornendo macchinari e materiali, e procedendo all’installazione e all’avvio degli impianti.

Il giorno dell’inaugurazione, ti metteremo in mano le chiavi della tua nuova lavanderia a gettoni, pronta per partire.

AFFIDA A NOI L’APERTURA DELLA TUA NUOVA LAVANDERIA SELF SERVICE